Caterina - Il Monferrato del 03-04-2020

Read More

I VOLTI DI A.N.D.O.S.

Progetto a cura di Virginia Parisi

Read More

L'amore ai tempi del corona

In questo periodo lungo di quarantena, i miei pensieri sono stati tanti, ho avuto anche un periodo buio, ma grazie a voi ragazze questo periodo è stato più leggero… ogni singolo giorno nel condividere un qualcosa tra di noi è stato bello… ci siamo aperte, un modo per conoscerci un po’ di più… abbiamo iniziato così per gioco e siamo andate avanti ogni singolo giorno... ora riprenderemo la nostra vita, in mano, pian pianino e sarà bellissimo vivere ogni singola cosa con il cuore a mille... con il tempo giusto. Non vedo l’ora di riunirci tutte e fare una grande festa... Sono orgogliosa, fiera di essere entrata in questa associazione mi riempie il cuore e non mi fa sentire sola ... grazie di cuore ragazze la vostra Katia 💞💕💞💕💞😘

.. Ecco... Rientri un lunedì dopo la giornata di 104 fatta di venerdì, e c'è una riunione alle 10 con la dottoressa della medicina del lavoro...
Era solo una settimana che si sentiva in TV i primi casi di coronavirus...
Andai... Mi stupii del fatto che 300 persone erano in centro del capannone, tutti vicini e io ben lontana dai colleghi, raggio di azione pari a una 10 di metri, non perché non volevo stare con loro, ma girava già il gingol :"Lavati spesso le mani, sternutisci e tossisci nel gomito o nel fazzoletto, non fate assembramenti, rispetta il metro di distanza, ecc ", io così feci, anche perché le mie difese immunitarie sono sempre borderline (sono in cura per metastasi alle ossa tipiche del tumore al seno). Dopo averci spiegato che sarebbe stato una cosa seria alla mia domanda: devo stare a casa? la dottoressa mi consigliò vivamente di non mettere in difetto la mia salute e di stare a casa per non prendere il virus. Quindi dopo due ore di lavoro ho alzato i tacchi, chiamato la dottoressa di famiglia ho richiesto la mutua. Oggi vero spaventa, anch'io lo sono, sono persino stanca di sentire la TV, allora ogni giorno che passa cerco di trovare positività anche se di positivo non c'è nulla.
Come si fa? Si trova il bello in ciò che ci capita. Sono riuscita a finire le scarpine all'uncinetto, le copertine per la bimba nata al mio collega la piccola Gemma, non ancora consegnate ma spero farlo presto; ho scoperto che chiamare le amiche in video chiamata è bellissimo, non sai le risate, perché anche se tutti i giorni usi la tecnologia siamo imbranate, ci accavalliamo nelle risposte non rispettiamo i tempi; hai più tempo per te, leggi, ascolti la musica, fai ginnastica con i lavori di casa e poi ti diletti nell'arte culinaria, preparando pranzetti che sono della domenica ma ormai tipici per tutti i giorni (mi spiace per la nutrizionista che dovrà rimettermi in riga), segui corsi on-line di cucito (mascherine di protezione), di chimica (gel lava mani ormai oro al supermarket e l'eterno introvabile), tutorial di ginnastica, fai pet terapia, ho una gatta è dolcissima e da quando sono a casa mi si è attaccata come un mitile (cozza) al suo palo... Io ... poi non ti dico quante ore a giocare con il cellulare, mio figlio mi rimprovera "mamma sei sempre con il cellulare, perdi tempo, rimbambisce", il fatto è che un po' rimba… già lo sono, l'età avanza e questo è solo l'inizio, facendo foto, lasciando messaggi, improvvisarsi attori alla video camera per sdrammatizzare queste giornate. Certo rientrare alla normalità alla vita di sempre non sarà facile ma ci permetterà di apprezzare ciò che abbiamo vissuto, scritto, cantato, fatto ... Amare è davvero il dono più bello che ci è stato dato con la nascita e donarlo è ancora di più. Forse ci voleva il virus, non per le morti e le fatiche che gli operatori (tutti non escludo nessuno) sopportano in questi giorni, ma per mettere un freno a ciò che siamo diventati con il progresso che ha portato alla sterilità della vita nei sentimenti nei rapporti. Amare te stessa, chi hai accanto, gli amici viverlo in pienezza scoprendo che nel gesto più semplice arricchirà il tuo ❤. Ciò che abbiamo è un dono bellissimo, il trovarci insieme anche se non fisicamente ha arricchito i nostri ❤️ è stato veramente un periodo intenso, sofferto ma insieme più leggero... Grazie ancora di ❤️ magari a volta stufe di produrre un pensiero una foto... poi comunque è stato fatto per noi in primis e per chi ha letto nei post che abbiamo pubblicato ... Lontane sì... vicine con i ❤️ ogni istante, un passo nel sentiero della nostra vita... VVB 😘. Stefania

Ciao a tutte. In questo momento particolare, per fortuna, ero impegnata con lavoro, quindi non sono stata mai sola in casa. Grazie alle mie amiche Katiushka e Stefy mi sono infilata nel mondo di TikTok. Questa è la mia droga. Mi diverto un mondo. Ma più importante è stato comunicare con voi. Volevo dirvi chi sono veramente… sono un po’ straniera, a volte il mio italiano non è da 10 lode perché non mi spiego bene, faccio qualche errore ortografico ma vi dico a voi GRAZIE, perché mi sono sentita libera di esprimere ciò che penso, senza essere mai giudicata, ne criticata, anzi apprezzata per le mie semplici qualità. Questo periodo ci è servito per unirci più di prima. Abbiamo in comune le battaglie contro il male. Vi abbraccio tutte 😍😘 Lara

A cosa è servita questa quarantena, mi è servita per conoscere delle persone speciali, anche se per cellulare, non sono stata coerente nei compiti assegnati per sentire meno la nostra mancanza, ma seguivo lo stesso, questo periodo mi è servito anche a riordinare le mie idee, i miei pensieri, a capire e sentire quali sono i veri amici, voi siete tra questi e spero di abbracciarvi presto vvb 😘 Ottavia

L'amore al tempo del Corona virus...è stato quello della mia famiglia che mi ha sopportata e supportata in una grande battaglia che ho combattuto nel silenzio di questi tempi. A volte quasi non ci si sopportava più, chiusi nel nostro appartamento, cercando una parvenza di normalità ma alla fine ci siamo riusciti...❤ Simona

L'amore al tempo del Corona Virus... In questo periodo di quarantena è stato molto bello conoscere le ragazze del 2 e 3 gruppo DMaiuscola (progetto della ns doc Betty per le donne operate al seno che oltre a curarci ci ha dato la possibilità di raccontarci con la psicologa in gruppo, fare ginnastica e rendere meno amari i segni del tumore con il trucco e parrucco) mi avete trasmesso la vostra voglia di giocare che ha impegnato le giornate, e oggi, che questo periodo di quarantena è finito, sento la mancanza del nostro compito giornaliero che ci permetteva di stare vicine anche se lontane, tutte insieme siamo una forza… La malattia ci ha fatto incontrare💋 oltre a ciò mi è pesato tantissimo non poter vedere mio figlio e mio nipote... meno male che ho molti amici che mi hanno fatto molta compagnia visto che io vivo sola… in questo periodo ho vissuto anche la paura, il mio pensiero andava ai medici e infermieri che hanno rischiato la vita per i malati, ero furiosa con chi non rispettava le regole... devo ringraziare tutte voi ragazze che in questo periodo di quarantena mi avete rallegrato le giornate trasmettendomi la vostra euforia nell’essere sempre positive, sono felice di avervi conosciute ❤️ spero di potervi abbracciare presto VVB ragazze ❤️ Maria Rita

Premetto che non l'ho presa bene questa quarantena e continuo a sentirmi a disagio in questa situazione. Ho capito che la parola "libertà" non è solo uno status quo. Mi sono mancati i contatti con le persone, amici, parenti, tutti. Mi sono mancate le mie giornate piene di attività, dalla palestra al volontariato, dalla passeggiata al caffè con le amiche. Le gite fuori porta del fine settimana, il pranzo alla trattoria... anche andare in ospedale per un semplice prelievo del sangue è diventato un problema. Sono stati belli i contatti con WhatsApp, le video chiamate, ma nulla mi fa stare meglio di un abbraccio, di una stretta di mano, di un sorriso di un amico. Ho odiato la frase "andrà tutto bene" perché non è vero che va tutto bene. Troppi morti, la crisi economica si fa sentire, troppi poveri, troppe parole, troppe domande alle quali nessuno sa rispondere. In tutto questo però, noi siamo un grande gruppo, una grande squadra: tutti per uno, uno per tutti... questo è il mio motto😂 E non è finita. Sandra

Buongiorno a tutte, eccomi qui a scrivere cosa è stato per me l'amore al tempo del Corona virus! E’ stato l'amore infinito della mia famiglia, di voi tutte e di chi mi ha aiutata a "sopravvivere" in questo periodo da incubo per me iniziato con il mio ricovero, il ricovero di mio fratello, la PERDITA del mio caro papà, il non poter andare a trovare la mia mamma in casa di riposo; con le lacrime agli occhi vi dico semplicemente Grazie di cuore a tutte, ormai fate parte di me, vi voglio bene! A presto Splendide Donne! 😘 Paola

Ciao bambine... Scusate se scrivo solo adesso, prima non ce l’ho fatta... In questo periodo del corona virus... Vi devo ringraziare tutte perché siete delle amiche fantastiche. Sempre pronte a dare una mano a risollevare una amica in maniera straordinaria. Vi devo ringraziare tantissimo perché siamo un gruppo pronte a sostenerci a vicenda. Siete dei vulcani, siamo dei vulcani!!! pronte a non farci mai abbattere... Siete, siamo fantastiche... e io sono tantissimo FIERA DI FAR PARTE DI QUESTO FANTASTICO GRUPPO, GRAZIE DI ESISTERE!!!!! VI VOGLIO BENE❤ Luisella

Buongiorno a tutte, eccomi qui a scrivere cosa è stato per me il Corona virus! È stato l'amore infinito per la mia famiglia, per i miei genitori, che non potevo andare a trovare, l'amore per il mio lavoro a vedere i miei nonnini (ospiti in casa di riposo) spaventati e sperando che il Corona virus non facesse delle vittime nella nostra struttura! Sei un po' triste perché ti viene accanto il nonnino che ti chiede: “perché non vengono più a trovarci i nostri parenti! cosa succede fuori?”, con le lacrime tu stai lì con loro a consolarli a rendere meno amare le giornate!!! Poi finisci il turno torni a casa, sei stanca della giornata trascorsa, ma ti concedi un attimo di tempo, guardi il telefono leggi tutti i messaggi e in particolare leggo i messaggi del nostro gruppo, e mi si apre il cuore… leggo, guardo, ascolto la forza pazzesca che viene trasmessa, mi mancate tantissimo è spero di rivedervi presto!!! Grazie per tutto quello che fate, grazie per far parte di questo gruppo di grandi Donne!!!😘❤ Nadia

L'amore ai tempi del covid-19... mille pensieri, paure, un giorno su l'altro giù... Ma voi care amiche mi avete tenuto tanta compagnia... Con i video scherzosi o seri ma sempre molto belli, mi scuso se tante volte non sono stata presente, non ho partecipato, nessuno mi ha mai fatto sentire in difetto... Grazie di cuore a tutte!!! Grazie di cuore a tutti i medici e persone esposte in prima linea per curare e proteggerci dal virus. Un abbraccio caloroso a tutte/i 😘🌈💪 Francesca

Ciao ragazze, sono rimasta l’unica a non avere scritto della mia vita in 2 mesi di quarantena? Devo provvedere, “è importante“? E sia! Non ho trovato troppo pesante questo tempo, insolito sì, forse un po’ noioso, ma non più di tanto. Nel mio privato, sono stata anche felice con quel miracolo che è il compagno della mia vita. Poi ci sono stati gli amici, anche quelli persi di vista, e riallacciare con loro, scambiarsi opinioni, discutere di come facevamo a 20/30/40/50 anni ...e mi fermo qui! Due di loro non ci sono più, il virus se li è portati via mentre lavoravano per tutti noi. Ho riso sì condividendo ricordi di vite diverse, ma ho anche pianto per tutti quelli che sono andati, da soli, nelle RSA, vittime nascoste e incolpevoli. Ecco, questo sì mi è pesato, e tanto. E vedere la gente ieri, lungo i Navigli a Milano, irresponsabile, incosciente? indifferente a tutto ciò che è successo, mi indigna e mi fa stare male. Perché non è finita, perché non ci possiamo permettere, ADESSO, un “liberi tutti “, sarebbe un vero peccato mortale. Brunella

L’amore ai tempi della quarantena che dire... la restrizione subito mi ha fatto paura, poi ho imparato a conviverci ma devo dire che, in fondo ripensandoci, non mi è pesata troppo avevo la mia nipotina con me e tra compiti e lezioni on line il tempo volava, mi sono goduta il mio maritino, che mi fa ancora compagnia, è in smart working (lavora da casa), ringrazio tutte voi ragazze che portavate allegria anche se, devo dire, sono stata poco attenta nel fare i compiti che ci prefiggevamo. Ringrazio tutte di cuore perché siete un’esplosione di idee. Quando mi hanno detto che avevo un tumore mi è crollato il mondo addosso, quando la Doc mi ha proposto di iniziare il percorso è ho conosciuto Stefania e Francesca non avrei mai pensato che avremmo potuto avere un legame così forte poi ho conosciuto anche tutte voi e vi ringrazio dal profondo del cuore di esserci sempre VVB spero di potervi rivedere presto per adesso vi abbraccio forte virtualmente. Cinzia

Ciao a tutte... Questo tempo di restrizione ha significato molto per me... mi ha in qualche modo restituito a me stessa. Certamente non ringrazio il virus ma il tempo che mi ha steso davanti come un tappeto, quello sì! Il tempo si è come dilatato... le urgenze, la fretta che di solito restringono e limitano la mia quotidianità, hanno lasciato spazio a ritmi sempre più vicini al mio sentire offrendomi la possibilità di prendermi cura di me. Tempo per ascoltarmi interiormente e reimparare ad ascoltare la vita che ho intorno, tempo per l'attenzione e per guardare con occhi nuovi, tempo per gustare i doni meravigliosi dell'orto ... perché la natura è generosa con chi se ne prende cura, tempo per toccare con il pensiero quanti non potevo avvicinare e abbracciare... tempo per lasciare andare e restituire al passato ciò che al passato appartiene... tempo per incontrarmi ed incontrare intimamente… per dire sì ed accogliere ciò che c'è... Non ho mai amato gli assembramenti ma “assembrarmi" con tutte voi è stato bello e "nutriente". Vi ringrazio per avermi accolta e ringrazio me stessa per aver condiviso questa opportunità di apertura e di unione... anche in un tempo di sofferenza. Questo immenso dono che è incontrarmi ed incontrare con amore... Perché: " l'amore è una qualità... l'amore non si fa... AMORE si diventa" (sadhguru) Grazie! ... a noi tutte ed alla vita che siamo. Lorena

Read More

Laura Letizia - Il Monferrato del 22-11-2019

Read More

Selina

Forse è perché sono nata sotto il segno dei pesci. Si sa, siamo poliedrici, con un piede sempre dentro a qualche progetto strampalato, qualcosa che visto da fuori più che possibile sembra improbabile. Eppure inseguo tutti i miei sogni così come arrivano. E sono sempre dentro a qualche obiettivo concreto, colorato, disordinato ma fatto di un ordine che si spiega solo quando lo creo con le mie mani. I ninnoli sono nati per tenere impegnate le lancette dell’orologio e dargli del filo da torcere, farlo un pochino penzolare di sghimbescio, come gli orecchini che risplendono di tutti quei colori che ho dentro. La ragazza della foto non sapeva ancora cosa avrebbe fatto da grande, ma il mio mestiere è arrivato così, ascoltando qualcuno. Ascoltandolo davvero mentre parlava del suo lavoro. Così ho scoperto cosa mi sarebbe piaciuto diventare. Forse perché mi piace aiutare le persone, ascoltarle, sentire cosa hanno da raccontare e vedere se quel tutto complicato insieme possiamo renderlo un poco più semplice. Siamo parte della vita di tutte quelle persone che ci rendono migliori, che ci danno la possibilità di essere migliori. Le occasioni che ci offre la vita sono tutti quei “ci provo” che fanno brillare di più le mie giornate. Sono in A.N.D.O.S. perché riesco a vedere la bellezza di una donna durante la chemio e riesco anche a farla vedere a lei. Insegno a usare gli strumenti per sentirci sempre in armonia, in ogni fase o momento della nostra vita. E questo insieme a tutto il resto mi dà gioia.

Read More